Avvisi e Notizie

Informativa B - CPortal

PRESENTAZIONE ALLO SPORTELLO SISMICA DELLE VARIANTI NON SOSTANZIALI A PROGETTI GIA’ PRESENTATI E PRESENTI IN ARCHIVIO

Oggetto: Modalità di presentazione delle Varianti non sostanziali ai progetti sismici già rilasciati riferimento Dgr 4317-2021 – allegato D.

Alcune considerazioni che portano alla definizione della nuova procedura:

  • Le varianti in questione dovranno necessariamente appartenere alla casistica specifica di “Varianti non sostanziali”, con riferimento all’allegato D della Dgr 4317-2021.
  • Le opere richieste dovranno essere state progettate secondo le NTC2018.
  • Le opere dovranno essere comunicate prima della fine dei lavori, in un frangente successivo all’approvazione e diverso dal deposito della RSU e/o il Collaudo che necessariamente dovrà tenerne conto e Collaudare le stesse unitariamente al progetto originale.

Pertanto la presentazione della Variante non sostanziale avverrà con le seguenti modalità:

  1. La presentazione dovrà avvenire comunque attraverso il portale del SUE, settore Sismica, come integrazione spontanea alla pratica già autorizzata.
  2. La documentazione a corredo dovrà contenere necessariamente:
    1. Dichiarazione del progettista che le opere presentate sono da considerarsi “Varianti non sostanziali” e la motivazione della scelta alla luce della normativa di settore;
    2. La relazione di calcolo e il fascicolo dei calcoli da cui sarà desumibile la “non sostanziale” modifica apportata;
    3. I disegni esecutivi, as-built, che nei particolari daranno rilievo delle differenze prodotte;
    4. Firma dell’impresa esecutrice dei lavori sulle tavole as-built di variante
  3. Gli elaborati saranno sottoposti a controllo ad opera dell’Autorità Competente, che a verifica ultimata rilascerà un’attestazione;
  4. Nella RSU e nel Collaudo dovranno essere espressamente citati i riferimenti della Variante Non Sostanziale, come rilasciati dall’Ente.

Categorie